Il Chiostro

Il Chiostro

Per il Pace si tratta di una costruzione tardo rinascimentale. Secondo documenti emersi, certamente esisteva il 15 giugno 1591, quando il Convento concedeva sepoltura ad Antonio de Pignolo sita “di là parti di lo inclaustro” e tuttavia era ancora in costruzione nel 1650 (cfr. Arch. St. Modica – Convento S. Francesco Comiso, vol 12, f. 48v – vol 13, f. 93).

Cenni storici

La costruzione del chiostro, presumibilmente quindi, è da collocare tra la fine del XVI sec. e la prima metà del XVII sec. Il chiostro è un piccolo quadrilatero formato da 20 colonne, 5 per lato. Di queste 20 colonne, 4 sono state sostituite nel 1930. La struttura è armonica, mostra un evidente senso delle proporzioni.

In questo chiostro sono state collocate alcune lapidi e un sepolcro proveniente da altre chiese, trasferiti da Biagio Pace. Sono tutti posti sul lato settentrionale, addossati alla parete della chiesa.

I Restauri

Durante i lavori di restauro del 1843, dopo l’epidemia di colera del 1837, fu riparato anche il chiostro, di cui alcune arcate erano crollate. Solo un secolo dopo, nel 1955 fu nuovamente restaurata parte del chiostro e in quell’occasione furono sostituite 4 colonne.
Gli ultimi lavori eseguiti nel chiostro per riportarlo al nitore originario, si sono conclusi nel 2022.

Vuoi Donare!

Supporta le nostre attività Fai una Donazione

Puoi fare la tua donazione al seguente IBAN: IT00N0000000000CC0000000000